William Duca di Cambridge si rade a zero

William Duca di Cambridge, il principe inglese di casa Windsor molto amato in tutto il mondo, ci ha dato letteralmente un taglio. A metà gennaio, infatti, durante una visita ufficiale all’Eveline’s Children’s Hospital, il 35 enne erede al trono d’Inghilterra (secondo in linea di successione, dopo il padre, il principe Carlo) ha sfoggiato una chioma completamente rasata. Il suo buzz cut è già tra i topic più ricercati su Internet. Secondo quanto riporta il quotidiano The Sun, l’opera sarebbe stata merito di Richard Ward, il parrucchiere di fiducia della moglie di William, Kate Middleton. Un trucco “anti-calvizie” che sarebbe costato 180 sterline (poco più di 200 euro).

Principe William: i capelli dove sono finiti?

La scelta estetica di William Duca di Cambridge ha suscitato pareri discordanti. Da un lato c’è stato il plauso del giornale Independent che, sul tema, ha intervistato l’hair stylist Joe Mills. Secondo l’esperto, «Il duca di Cambridge ha dimostrato in questo modo molta sicurezza in se stesso, risolvendo un problema che lo affliggeva ormai da anni. E il risultato è più che positivo». Dall’altro c’è chi sembra rimpiangere, del principe William, i capelli biondi e fluenti di quando era un ragazzino. Il quotidiano Daily Mirror ha scelto di intitolare la notizia del buzz cut di William “God Shave the king” (“Dio rasi il re”), rivisitando il verso del celebre inno nazionale britannico per adattarlo alla recente pettinatura del principe, che resta sempre molto caro ai suoi sudditi.

Calvizie nell’uomo: le possibili cause

L’esempio di William Duca di Cambridge dimostra che il problema della precoce perdita di capelli talvolta non guarda in faccia a nessuno, principi inclusi. Tendenzialmente la calvizie nell’uomo è più comune rispetto allo stesso problema declinato al femminile. La progressiva caduta dei capelli, che spesso porta alla loro perdita totale, colpisce soprattutto gli uomini tra i 18 e i 25 anni. Alla base ci sono fattori genetici, ma possono incidere anche cambi stagionali, stili di vita sregolati, alimentazione poco equilibrata e stress. Nella maggior parte dei soggetti maschili che ne sono afflitti si manifesta con l’arretramento della linea di attaccatura dei capelli su fronte e tempie, a partire dall’adolescenza. Se hai questa predisposizione, corri ai ripari con shampoo e altri prodotti specifici. Chiedi consiglio agli esperti nei saloni de L’Italiano Parrucchieri.

Uomo rasato: icona sexy

Il nuovo buzz cut di William Duca di Cambridge, che ha ricevuto molti like sui social, soprattutto da parte delle donne, ha confermato che gli uomini con la testa shaved sono considerati molto sexy. L’uomo rasato piace perché è considerato un simbolo di grinta, determinazione e virilità. Per un uomo è un taglio comodo e pratico, che richiede poca manutenzione e minime cure. I look relativi possono essere declinati in modo differente. La rasatura può essere totale, adatta a chi ha una testa regolare e non ha le orecchie troppo pronunciate. Il taglio può essere molto corto, ma con qualche centimetro di capelli “ a vista”, da abbinare, magari, a un filo di un po’ di barba. Di moda anche le rasature asimmetriche o le rasature solo ai lati, con ciuffo centrale fluente da tenere all’indietro o da “sparare” in alto con una noce di cera.