Trend autunno 2018: i capelli color caffè

Chioma dal colore intenso, corposo e vellutato come l’aroma del caffè: le more si prendono una bella rivincita dopo anni di sfumature dorate, shatush e balayage, e lo fanno sulla scia di colorazioni ispirate alle tonalità del cibo. I chiari e luminosi golden brown, tiger eye, caramello e chocolate mauve lasciano spazio al deciso ed energico moka. Sì, il trend di questo autunno 218 sono proprio i capelli color caffè. Si tratta di una base scura dai riflessi freddi che conferisce un colore lucente alla chioma e garantisce un effetto intenso e corposo, proprio come l’amata bevanda al cui colore si ispira. Dall’allure chic ed elegante, il moka è molto versatile: la base può rimanere scurissima come una tazzina di caffè o essere illuminata da colpi di luce caldi, e persino mescolata ad altre nuance castane, adattandosi a tutte le carnagioni. I capelli caffè sono così sensuali e naturali da aver già conquistato celebrità come Kendall Jenner e Ambra Angiolini.

Castano caffè, perché sceglierlo

Simile al color cioccolato, il castano caffè si differenzia per la base più scura e i riflessi più freddi. Chi ha già una base scura potrà intensificarla e illuminarla. Il moka conferirà un aspetto particolarmente raffinato alle donne dalla pelle chiara, con occhi verdi o nocciola, poiché il contrasto intensificherà lo sguardo e la luminosità dell’incarnato. È perfetto anche per chi ha la capigliatura corvina e vuole coprire i capelli bianchi senza ricorrere alla tinta nera oppure a chi detesta quando la colorazione dai riflessi caldi vira verso il rossastro. Per quanto riguarda l’hairstyle, si prediligono tagli lunghi o medio-lunghi, da portare lisci o leggermente mossi, per movimentare le punte e mettere in risalto eventuali colpi di luce. I capelli caffè sono bellissimi anche quando abbinati a tagli più corti: una nuance che dona carattere anche al più classico dei caschetti.

Castano freddo o castano caldo?

L’effetto della colorazione caffè è ideale se si parte da una base castana scura o media, ma essendo una tinta molto versatile, le nuance possibili sono moltissime e adattabili ad ogni tipologia di carnagione. Se hai la pelle olivastra o chiara dal sottotono caldo e non vuoi rinunciare ai capelli color caffè, la base fredda dovrà essere scaldata con dei colpi di luce cioccolato o caramello, per ottenere un castano caldo, smorzare i toni contrastanti ma mantenere l’intensità del colore scuro.

A chi sta bene la tinta castano scuro

Come scegliere la tinta castano scuro in base alla propria carnagione? Come accennato, il moka freddo è la scelta ideale se si possiedono una pelle avorio o color pesca e gli occhi verdi, blu o tendenti al nocciola. La chiarezza dell’incarnato risalterà e lo sguardo si impreziosirà. È una buona idea rimanere su un castano profondo scaldato da tonalità cacao quando si appartiene al tipo mediterraneo, con pelle olivastra o chiara dal sottotono caldo e occhi scuri o nocciola. Scurire i capelli è consigliato anche in caso di capelli fini e dal colore sbiadito, oppure quando si hanno capelli chiari ma con base castana nei punti focali. Sconsigliato invece a chi ha una pelle dal colorito spento e occhiaie da minimizzare: in questo caso, meglio optare per castani più chiari, sul miele e il caramello, per illuminare. Cosa pensi dei capelli caffè? Ti piacerebbe provare una delle sue nuance? Vieni in uno dei saloni l’Italiano per un consiglio professionale da parte del nostro staff!