Come curare i capelli d’estate

L’estate può mettere davvero a dura prova i nostri capelli. I raggi solari, la salsedine, la sabbia e il cloro delle piscine sono dei veri e propri nemici della nostra chioma, perché la disidratano e la indeboliscono. Vediamo quindi assieme come curare i capelli d’estate!

Come proteggere i capelli dal sole

La prima regola per avere una chioma splendente e luminosa anche d’estate è quella di proteggere i capelli dal sole. Come per la pelle, i raggi ultravioletti UVA e UVB possono provocare danni anche ai capelli: per questo motivo, è importante avere sempre con sé una protezione solare apposita. Si tratta spesso di un olio spray che deve essere spruzzato in maniera uniforme su tutta la lunghezza dei capelli prima di esporsi al sole e ogni volta che decidiamo di fare un tuffo in mare. Queste formulazioni proteggono infatti anche dalla salsedine e grazie ai principi attivi nutrienti e idratanti ci aiutano a districare i capelli e a combattere la secchezza estiva, reidratando il capello in profondità.

Per capelli fragili e deboli, è bene anche indossare un cappello, un foulard oppure una bandana, che permettono di schermare i raggi solari e di ridurre quindi i danni causati dal sole!

Cura fai da te per capelli perfetti durante l’estate

La cura dei capelli d’estate continua anche a casa, con questi consigli per dei trattamenti fai da te. Partiamo dallo shampoo, che deve essere delicato e soprattutto addolcente e nutriente, per andare a riequilibrare l’idratazione del capello in profondità. Sì al balsamo e soprattutto a maschere ed impacchi specifici e ristrutturanti, da utilizzare 1 volta a settimana. Altre accortezze da osservare per non stressare ulteriormente i nostri capelli riguardano lo styling: evitiamo il phon e lasciamoli asciugare all’aria aperta ma soprattutto cerchiamo di non utilizzare piastre e ferri caldi, che andrebbero solo ad indebolire la struttura del capello. Infine cerchiamo di evitare acconciature elaborate e code strette, che rischiano di spezzare il capello già indebolito.