Tutto sui capelli rasta uomo

Capelli rasta: come si fanno e cosa significano?

Sei curioso di sapere come si fanno i capelli rasta su un uomo, quanto possono durare e di che tipo di pulizia e mantenimento necessitano? Prima di procedere con l’acconciatura dei capelli rasta, acconciatura tipica del movimento religioso Giamaicano (Rastafari), per alcune settimane usa uno shampoo ad azione seboriequilibrante, senza aggiunta di balsamo. Il primo step consiste quindi nella suddivisione dei capelli in ciocche più o meno spesse, da raccogliere con degli elastici. La chioma può essere ripartita a scacchiera o a zig zag, a seconda dell’effetto ordinato o più movimentato che si vuole ottenere. Le ciocche già suddivise dovranno poi essere cotonate con l’ausilio di un pettinino da rasta. Affinché i capelli risultino perfettamente aggrovigliati e compatti, è necessario cotonare le ciocche pochi centimetri per volta, partendo da 2 cm dalla cute e proseguendo piano piano fino alle punte. I rasta dovranno poi essere impastati e arrotolati e, per far sì che rimangano compatti e dalla forma pulita, i capelli che spuntano dovranno essere riportati all’interno della ciocca con l’uso di un ferro da uncinetto.

Capelli rastaTutto sui dread: corti o lunghi, veri o finti

I capelli rasta possono essere realizzati su capelli di qualsiasi lunghezza sia con chiome vere che con ciocche finte. Ne esistono di diversi tipi, portati in tanti molti differenti. Ci sono dread corti, fatti su ciocche sottili, ma anche lunghi e spessi, più sportivi, o ancora selvaggi, “alla Bob Marley”. I dreadlock possono essere fatti a partire dai tre centimetri di lunghezza del capello. In base all’effetto che si vuole ottenere, si possono lasciare al naturale oppure si possono aggiungere delle extension da applicare all’attaccatura della chioma. Scegli ciocche di capelli veri, che puoi anche tingere e decolorare in un secondo momento. Per quanto riguarda la pulizia della cute e la manutenzione dei rasta, meglio evitare shampoo e balsamo tradizionali e prodotti eccessivamente nutrienti. Usa olii essenziali delicati per idratare e profumare la chioma.

 

Come sciogliere i dread

Farsi i capelli rasta non è un procedimento irreversibile. Tuttavia, bisogna adottare qualche piccolo accorgimento per non rovinare una chioma già “stressata”, dato che i dreadlocks tendono a seccare cute e capelli e a trattenere lo sporco. Prima di capire come sciogliere i dread, ricorda che devi averne cura per tutto il tempo in cui li porti, così ti sarà più facile toglierli. Aspetta di avere una ricrescita di cinque o sei centimetri: potrebbe essere inevitabile tagliare qualche ciocca troppo secca e aggrovigliata, particolarmente difficile da sbrogliare. Bagna le ciocche con acqua calda per ammorbidirle e applica su ciascuna del balsamo o della crema nutriente, lasciando in posa la testa per almeno una decina di minuti. Munisciti di un pettine e inizia a districare ciascun dreadlock partendo dalla radice, aiutandoti con un abbondante olio o con un prodotto specifico e con le dita delle mani. L’idratazione della chioma è fondamentale durante tutto il procedimento. Per andare sul sicuro, affidati all’esperienza di professionisti seri come quelli de L’Italiano Parrucchieri.